Ricordo del mattino di Natale

Avevo una bisnonna che si chiamava Carolina. Di lei ho recuperato una manciata di cose, informazioni, ricordi… e di recente ho scoperto che le statuine più vecchie del presepio, quelle in gesso ‒ come la Madonna, San Giuseppe, l’asino e il bue, erano sue. Mio padre racconta che la nonna le regalò a lui, perché lui era il bambino a cui piacevano queste cose. In verità era già un ragazzo quando le ricevette, ma amava ancora le statuine del presepio come il bambino che era stato.

Oggi le vecchie statuine le ho io, con la capanna e un Gesù Bambino di plastica, che forse già allora ne sostituiva uno in gesso, andato perduto.

La bisnonna Carolina ho fatto in tempo a conoscerla di sfuggita, ed era il giorno di Natale. Avrò avuto uno o due anni, e mi ricordo ancora. Potrebbe essere il ricordo più lontano che ho. Di sicuro il primo ricordo del mattino di Natale.

Con la mamma e il papà ero andata al ricovero a trovarla, ma fino all’anno scorso ho sempre pensato che quella fosse la bisnonna Emma e che con lei ci fosse il bisnonno Pietro, il nonno calzolaio che un giorno mio padre trovò esposto in un museo, insieme ad altri soldati semplici ed umili che avevano partecipato alla Grande Guerra. La bisnonna Carolina al ricovero era invece da sola, con altri anziani come lei. Era seduta a letto, in una stanza abbastanza grande e piena di luce. Una luce che ancora oggi, se ci ripenso, riempie lo sfondo; poi nel ricordo si confonde e lentamente sfuma in lontananza… solo la sensazione rimane nitida: la sensazione che la bisnonna fosse felice di vedermi. E chissà… magari avrà pensato che Gesù Bambino le aveva portato in dono il bambino che amava le statuine e con lui una nipotina da conoscere, un’altra bambina che ancora non sapeva che un giorno lontanissimo avrebbe raccolto le statuine di una vecchia bisnonna per conservare la memoria e il suo ricordo.

ImmaginePost

 

Buon Natale a tutti…
…e un pensiero speciale ad Aura di Luna che con i suoi auguri ha involontariamente suggerito i miei…

 

Annunci

8 commenti

Archiviato in Ritorni, Storie di famiglia

8 risposte a “Ricordo del mattino di Natale

  1. Che dolce il tuo ricordo, sono sicura che la bisnonna sia felice di sapere che sua nipote conserva con amore il suo presepe e queste memorie così preziose.
    Buon Natale Tiptoe, tanti auguri e un grande bacio!

  2. Grazie a te, che da sempre mi ispiri coi tuoi racconti di altri tempi! Un grandissimo augurio 😊

  3. Quando leggo i tuoi racconti pieni di vicacità e di calore ho come l’impressione di non avere un passato… Non mi sembra di avere ricordi da tramandare eppure se solo mi ci mettessi scommetto che ripescherei qualche piccolo gioiello sepolto. Quelle due statuine sono bellissime! Auguri carissima 🙂

    • A dirti la verità mi capita sempre più spesso di inciampare nelle storie degli altri e di accorgermi di quanto siano più incredibili e meravigliose delle mie. Sta a te riuscire a vedere la loro bellezza ed unicità, e magari riportarle alla luce per farle conoscere ad altri…
      Un abbraccio e di nuovo buone feste 🙂

  4. Un bellissimo racconto di Natale. Auguri a te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...