In memoria, 17 ottobre 1849

A chi ha saputo sciogliere il canto del suo abbandono…

“Quale malinconia, non aver nessuno da cui andare al mattino, con cui dividere gioie e tristezze; quale peso insopportabile, quando si ha un dispiacere, non potersi confidare con nessuno. Tu sai di cosa si tratta; io racconto al mio pianoforte quello che qualche volta direi a te”.

(F.F. Chopin, 3 ottobre 1829, lettera all’amico Tito)

Annunci

8 thoughts on “In memoria, 17 ottobre 1849

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...