Primavera non bussa

G. Klimt, Giardino di campagna con girasoli. Olio su tela, Vienna, Schloss Belvedere, 1905-06.

G. Klimt, Giardino di campagna con girasoli, 1905-06 (part.). Olio su tela, Vienna, Schloss Belvedere.

Da ragazzina era la mia stagione preferita, quella che arrivava all’improvviso a risvegliare tutto. Quella che mi sarei goduta di più se non avessi avuto, ogni volta, un sacco di studio da recuperare. Era bello, dopo il lungo inverno, uscire il pomeriggio senza giacca; tornare la sera ancora con il sole e starsene un po’ sul balcone prima che fosse pronta la cena: a scrivere, ascoltare musica, sognare… Era tutto inspiegabilmente allegro, spensierato, anche i problemi di cuore… gli unici a quell’età.

Oggi è il 30 marzo, la primavera astronomica è iniziata da un pezzo, quella del calendario anche, eppure… in giro non la si vede ancora. Manca la sua luce. Sembra che al cielo non importi nulla di doverle lasciare spazio, di cambiare scenografia. Proprio quest’anno che ho tanto bisogno di lei… per svegliarmi, per fugare la tristezza e la mia oscurità. Ho bisogno di una stagione nuova.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Pensieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...