A Rita

…da quel giorno, avevo tre anni, ho deciso:
“Non mi sposerò e non avrò figli.
Ho altre cose più importanti da fare”.
 

RitaLeviMontalcini

Ti ho incontrata tardi sul mio cammino, quando eri già prossima ai cent’anni. Sapevo naturalmente chi eri, ma forse perché ti occupavi di scienza e non di letteratura come me, non ho mai pensato di scrutare un po’ la tua figura. Quando però ti ho sentita e vista parlare in televisione, ho riconosciuto nella tua aggraziata tenacia qualcosa di non lontano da ciò che deve essere una donna per me. Sembravi così fragile, così leggera, evanescente quasi, e invece sei stata fortissima, molto più forte di tanti uomini. Hai cercato per tutta la vita, senza stancarti mai; e te ne sei andata, consapevole fino all’ultimo istante che ciò che lasciavi sarebbe rimasto e continuato nel lavoro dei giovani ricercatori.

Mi piace ricordarti così, col tuo sorriso dolce, nelle parole tremule e forti di tante interviste: “Quello che in molti ignorano è che il nostro cervello è fatto di due cervelli. Un cervello arcaico, limbico, localizzato nell’ippocampo, che non si è praticamente evoluto da tre  milioni di anni fa a oggi, e non differisce molto tra l’homo sapiens e i mammiferi inferiori. Un cervello piccolo, ma che possiede una forza straordinaria. Controlla tutte quelle che sono le emozioni. Ha salvato l’australopiteco quando è sceso dagli alberi, permettendogli di fare fronte alla ferocia dell’ambiente e degli aggressori. L’altro cervello è quello cognitivo, molto più giovane. È nato con il linguaggio e in 150000 anni ha vissuto uno sviluppo straordinario, specialmente grazie alla cultura. Si trova nella neo-corteccia. Purtroppo, buona parte del nostro comportamento è ancora guidata dal cervello arcaico. Tutte le grandi tragedie – la Shoah, le guerre, il nazismo, il razzismo – sono dovute alla prevalenza della componente emotiva su quella cognitiva. E il cervello arcaico è così abile da indurci a pensare che tutto questo sia controllato dal nostro pensiero, quando non è così” (intervista rilasciata a P. Giordano il 6/02/2009).

Ciao Rita…

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Atopos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...